STORIA

"MILANO-SANREMO" UNA STORIA LUNGA 300 KM

Era il 14 aprile del 1907 quando si corse la prima “Milano–Sanremo”. Nasce dall’idea di un signore di nome Tullio Morgagni, che parla di un percorso che va da Milano a S.Remo (allora si scriveva così) a Eugenio Costamagna direttore de "La Gazzetta dello Sport".

Costamagna entusiasta dell'idea affida ad Armando Cougnet l’organizzazione della prima “Milano-Sanremo”, di 281 km.

Iscritti in 62 partono in 33, è una giornata di pioggia e freddo, a Sanremo arriva per primo il francese Lucien Petit Breton, uomo della Bianchi, con una media di 26,206 km/h.

La gara diventa leggenda, tanto da diventare una delle 5 “classiche monumento”.

Le biciclette di allora erano Peugeot, Alcyon, Legnano, Fiat, Bianchi, Atala, Otav, Christophe, J.B. Louvet, La Française, Maino, Stucchi, Dei, Wolsit, Opel, giusto peri citare le più importanti.

Le “Milano-Sanremo” dei primi ‘900, erano la versione ciclistica della “Mille Miglia” che si correva in automobile.

Alla “Milano Sanremo” le ruote erano due, ed erano spinte dalla forza umana di quegli incredibili eroi che si chiamavano Petit-Breton, Van Hauewaert, Garrigou, Gerbi, Ganna, Girardengo, Belloni, Brunero, Binda, giusto per citare i più importanti.